shiatsu pericoloso

Lo Shiatsu è pericoloso?

Esploriamo il tema della sicurezza riguardo allo Shiatsu, focalizzandoci sulle eventuali implicazioni negative o rischi associati. Se sei nuovo al mondo dello Shiatsu e desideri saperne di più prima di sottoporti a questo trattamento, troverai in questo articolo informazioni fondamentali che ti aiuteranno a comprendere meglio questa pratica.

Shiatsu: Una Pratica Sicura per il Benessere

Lo shiatsu rappresenta un’antica pratica terapeutica giapponese basata sulla pressione delle mani e del corpo per favorire il rilassamento e il recupero energetico. Questa tecnica non invasiva si concentra sul ripristino dell’equilibrio energetico del corpo attraverso una serie di movimenti e pressioni applicate su specifici punti e meridiani.

E’ considerata una forma di trattamento che non comporta rischi per la salute ma, ovviamente, è importante che il trattamento venga eseguito da un professionista qualificato, con una formazione seria e una certificazione valida. Il vero rischio di avere brutte sorprese si presenta quando ci si imbatte in operatori poco preparati o addirittura improvvisati. Per evitare spiacevoli inconvenienti, il consiglio è di affidarti solo a professionisti affidabili e competenti.

Quanto alle controindicazioni degli trattamenti shiatsu? Beh, praticamente non ce ne sono!

Gli effetti positivi dello shiatsu comprendono la riduzione dello stress, il miglioramento della circolazione energetica e il sollievo da tensioni fisiche e mentali senza l’uso di farmaci o interventi invasivi.

Approccio Non Invasivo e Senza Effetti Collaterali

Lo Shiatsu si distingue per la sua natura non invasiva e per l’assenza di effetti collaterali gravi. Grazie alla pressione mirata dei pollici, delle dita e dei palmi sulle aree specifiche del corpo, questa pratica offre benefici fisici e mentali senza gli svantaggi associati ad altre terapie più invasive, a cui può essere tranquillamente affiancato. Questa metodologia manuale favorisce il rilassamento muscolare e l’armonizzazione delle funzioni corporee, contribuendo al benessere generale senza generare dolore o conseguenze dannose.

Vedi anche...  Zafu - miglior cuscino per lo Shiatsu

Nello Shiatsu, si usano pressioni graduali fatte con i pollici, le dita e le mani, dando un po’ di attenzione in più al pollice, anche se a volte possono entrare in gioco la mano, i gomiti o le ginocchia.

shiatsu pericoloso

Se stai pensando a un massaggio con tanto sfregamento o a doverti spogliare, puoi stare tranquillo: non è così.

Lo shiatsu principalmente coinvolge il pollice del massaggiatore che preme su punti specifici della pelle attraverso i vestiti, quindi non dovrai spogliarti. Non c’è manipolazione né l’uso di oli per massaggi prolungati sulla pelle; si tratta principalmente di pressioni del pollice su certi punti per dare una spinta al tuo recupero energetico.

Considerazioni di Sicurezza e Adattabilità

Quando fare shiatsu?

Quando il nostro corpo e la nostra mente ci mandano segnali di uno squilibrio energetico: questo potrebbe manifestarsi come un generale senso di malessere e di stanchezza, potrebbe presentarsi come mal di schiena, disturbi del tratto cervicale e lombrare, mal di testa, difficoltà della digestione e delle regole intestinali. Anche il ciclo femminile risente molto degli squilibri energetici, e così il sonno. Potrebbe manifestarsi come maggiore suscettibilità ai cambi di temperatura e di stagione. Anche una mente irrequieta o fiaccata possono essere segno di un sottostante squilibrio energetico. Tutte queste condizioni, soprattutto quando non si siano evidenziate altre cause, possono essere segno di uno squilibrio energetico e beneficiare di un trattamento Shiatsu, come generalmente riportato da chi vi si sottopone, e come dimostrano anche le applicazioni fatte in altri ambiti, come quelli ospedalieri e clinici in Cina e Giappone, oltre che in Svizzera.

Quando non fare shiatsu?

Sebbene lo shiatsu sia generalmente sicuro per gran parte delle persone, vi possono essere casi in cui potrebbe non essere appropriato. È importante consultare un professionista qualificato prima di intraprendere trattamenti, specialmente se si hanno condizioni mediche preesistenti o si stanno seguendo altre terapie. Questa pratica è notevolmente adattabile e può essere personalizzata per soddisfare le esigenze individuali, tuttavia, è fondamentale valutare attentamente la propria situazione e cercare consigli professionali per garantire un’esperienza sicura e efficace con lo shiatsu.

Vedi anche...  Shiatsu - domande e risposte: tutto quello che devi sapere

Cosa si può curare con lo shiatsu?

Lo Shiatsu, non essendo una pratica di medicina occidentale e quindi non curando direttamente specifiche patologie, apporta tuttavia numerosi benefici:

  1. Riduzione dello stress: Il trattamento Shiatsu induce una sensazione di benessere generale, favorisce il rilassamento e può mitigare i disturbi del sonno, agendo positivamente sullo stress.
  2. Stimolazione dell’energia vitale: Lavorando sui meridiani del corpo, lo Shiatsu favorisce il flusso energetico. Questa pratica, fluida e adattabile, riduce l’affaticamento quotidiano, apportando maggiore vitalità.
  3. Influenza positiva sul pensiero: Le sessioni Shiatsu possono ridurre l’ansia e inducono una profonda calma e rilassatezza. Le pressioni esercitate stimolano il sistema energetico contribuendo ad un migliore equilibrio emotivo.
  4. Alleviamento del dolore: Lo Shiatsu, in sinergia con la medicina occidentale, può aiutare ad alleviare in modo significativo vari disturbi come mal di testa, dolori cervicali e lombari, problematiche respiratorie e digestive e altre.
  5. Impatto sulla postura: I trattamenti Shiatsu migliorano la consapevolezza corporea, aiutano a diventare maggiormente consapevoli della propria postura, permettendo un lavoro attivo nel migliorarla.

Come ci si sente dopo una seduta di shiatsu?

Dopo una sessione di Shiatsu, comunemente si sperimenta una mente più distesa, accompagnata da una sensazione corporea di allungamento e maggior scioltezza nei movimenti. Si avverte un senso di essere stati “piacevolmente stiracchiati” anche interiormente, consentendo un’espressione emozionale che potrebbe manifestarsi attraverso un pianto liberatorio. Questo permette di rilasciare tensioni accumulate, offrendo un’opportunità per esprimere emozioni recondite e spesso inespresse, portando con sé una sensazione di liberazione e sollievo interiore. Tale esperienza non solo contribuisce al rilassamento fisico, ma anche alla liberazione emotiva, promuovendo uno stato di benessere mentale e fisico più completo.

Vedi anche...  Moxibustione nella pratica Shiatsu

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Scroll to Top